PDA

Visualizza la versione completa : L'imbustamento


Pagine : [1] 2

Re di olea
04-01-2010, 18:51
cari ragazzi mi sà che si stà a fare un pò di confusione,adesso vi spiego io come funziona visto che sono io quella che l'hà tolta fuori:iniziamo a dire che le piante non fanno radici se non hanno foglie,perchè queste vengono generate con la linfa ascendente,e le foglie non vivono senza radici.e fi qui ci siamo.la busta nera serve per due cose importanti,primo per mantenere un umidità interna molto elevata,in modo che la pianta non perda energie a idratare tutto il tronco.a questo punto la la pianta cosa fa:avendo bisogno delle foglie per poter vivere e quindi di tanta luce per poter fare un abbondante fotosintesi,lei non sa che è imbustata,ma registra solamente scarsa luminosità,quindi emette un numero molto maggiore di gemme,e quindi foglie, per poter così soperire alla mancanza di luce.un altro aspetto positivo della busta nera è quello di aumentare la temperatura interna,così da riprodurre un efetto primavera,ma occhio,nei periodi invernali visto le basse temperature si può tenere anche in posti molto luminosi o che prendono qualche ora di sole,in primavera inoltrata o estate assolutamente in piena ombra,si rischierebbe di lessare la pianta.andiamo avanti.la pianta dopo che incomincia a far spuntare le nuove gemme,di circa 1cm,bisogna sostituire la busta nera con quella trasparente,perche con questa continueremo a tenere l'umidità interna hà i massimi livelli e terremo la pianta idratata,e daremo così alle nuove gemme il giusto apporto di luce per poter far fare una coretta fotosintesi e quindi un abbondante formazione di radici.le due cose,foglie radici non si possono scindere,vanno di pari passo.questa tecnica funziona ottimamente sulle mediterranee,perchè sono essenze che presentano delle zone rizzogene che non sono altro che zuccheri che la pianta mette da parte per periodi di magra,e quindi sfrutta nel momento in cui usiamo questa tecnica.c'è da aggiungere che facendo questa operazione le piante che imbustiamo con il nero non devono avere nemmeno una foglia.spiego anche questo:se lasciamo foglie la pianta non emeterà nuove gemme ma cercherà di usare queste per poco e usando le scorte fino ad andare in stasi e talvolta non riesce neanche a riprendersi.questa tecnica non viene usata assolutamente su conifere perchè queste non potendo essere defogliate causa morte imediata,bisogna limitarsi a potare i rami troppo lunghi favorendo i più giovani e forti,in questo caso imbusteremo tutta la pianta compreso il vaso con trasparente,in modo che oltre a tenerla idrattata fornirà la luce per eseguire la fotosintesi.passiamo hai prodotti:sulle coniffere possiamo usare fin da subito dei stimolanti fogliari e radicali perchè queste avendo un pò di chioma possono assorbire i prodotti e così pure via radicale,si presume che ne abbiano già inizialmente altrimenti non atechiscono.i funghi bioximi aiutano molto in questo casp perchè colonizzando il terreno oltre a scongiurare marciume dovuto a funghi dannosi,aiutano a veicolare le sostanze nutritive alla pianta.nelle mediterranee o latifoglie i prodotti fogliari non servono a nulla per ovi motivi,non avendo ne foglie e ne radici non vengono assorbite,si potranno incominciare ad usare dopo la comparsa di queste.invece i funghi bioximi si possono usare da subito perchè colonizzando il terreno evitano marciumi da funghi dannosi,ed in più appena la pianta inizierà a produrre radici entreranno subito in simbiosi migliorando l'apporto delle sostanze nutritive.un piccolo appunto i funghi simbionti si attivano a circa 10 gradi quindi è buona norma far salire la temperatura all'interno della busta ma controllando che non sia mai oltre i 40 gradi,otre questa soglia la pianta frigge.questa è la mia tecnica,poi se voi volete fare varianti,prima pensateci bene che habbia una spiegazione logica altrimenti non danno frutti.spero di aver esaudito i vosti dilemmi,e se ci sono domande chiedete pure.[:-B][RE]

Roso
04-01-2010, 20:11
Grazie RE, sei stato esaudientissimo, mi hai imboccato come si fa ad un neonato (in questo caso neofita [:-P][:-P]).
Ho capito tutto e te ne sono grato [:-))][:-))][;-)][;-)]

Marco74
04-01-2010, 20:53
Grazie tante Re, sei un mito...

Parliamo di questa variante se ti va: mettere le mediterranee defogliate in cantina sui 15-20 gradi fissi, con una piccola finestra, quindi diciamo cantina buia. Mettere la busta nera o trapsarente intorno al vaso, puoi aiutare a far partire la zona risogena, cioè isolarla, senza far partire o attivare le gemme sul tronco nella zona più alta?

Giancarlo
04-01-2010, 21:06
Superba spiegazione Re'!!!!
Finalmente ho capito molte cose sull'imbustamento e sui vari colori....

Andrea Meriggioli
04-01-2010, 23:14
Ottima spiegazione Zio [;-)]!
Però posso dire che vi sono essenze che radicano dal tronco emettendo capillari se raccolte in autunno ed imbustate come il prunus mahaleb per esempio, prima di fare abbondante vegetazione sopra ma solo qualche gemma.
Pertanto le essenze si differenziano tra di loro sui vari comportamenti (soprattutto molto importanti nello sbustamento totale per evitare che la pianta scarti tutta la vegetazione prodotta!) però il tuo discorso di massima è ottimissimo [:-L]!

Re di olea
05-01-2010, 06:58
infatti andrea,come hò detto anche il malebbo inizia a radicare insieme alla comparsa delle gemme,ne prima ne dopo.[;-)]

Re di olea
05-01-2010, 07:09
Grazie tante Re, sei un mito...

Parliamo di questa variante se ti va: mettere le mediterranee defogliate in cantina sui 15-20 gradi fissi, con una piccola finestra, quindi diciamo cantina buia. Mettere la busta nera o trapsarente intorno al vaso, puoi aiutare a far partire la zona risogena, cioè isolarla, senza far partire o attivare le gemme sul tronco nella zona più alta?a<allora marco,se metti una pianta in un luogo buio come la cantina,a questo punto non serve la busta nera,ma basta una trasparente,tanto c'è buio,non è che la pianta sà che la metti in cantina o dentro un arma***[:-))],mettere la busta solo intorno al vaso non serve a nulla,non dobbiamo tenere idratato il vaso che la maggior parte delle volte è pure di plastica,ma la pianta.se la temperatura è alta si avrà una più veloce gemazione che non si può scindere dal processo di radicazione,unsando questo metodo riusciamo a indurre la pianta a mettersi in moto,ma non possiamo controllare il processo,la pianta non hà vari interrutori che possiamo accendere o spegnere a piacimento.se tu raccogli una pianta in inverno e non vuoi che parta subito,allora basterà che imbusti il tutto con trasparente per tenere solamente la pianta idratata,e metti la pianta fuori al freddo,in questo modo la pianta resta in stasi ma protetta e quando ariva la primavera con l'aumento delle temperature ripartirà da sola.[;-)]

Marco74
05-01-2010, 07:16
grazie Re, ultimamente ne ho sentite tante...
Ci sono bonsaisti che mettendo argilla espansa (ma noi mettiamo l'agri che è meglio) e degli stracci sopra la ciotola riescono (detto da loro) a ritrovarsi molti capilalri nuovi a primavera, ma con la pianta ancora senza gemme, perché la aprte fuori del vaso resta al freddo come dici tu.

Andrea Meriggioli
05-01-2010, 08:33
Piede caldo e testa fredda, in questo periodo, come per le talee [;-)]

anto
05-01-2010, 17:30
ciao stefano, peccato che solo ora ci hai spiegato in modo così dettagliato questo sistema. io in autunno ho raccolto nel mio giardino un melo cotogno con pochissime radici e mi sono trovata abbastanza in difficolta nella sua gestione riguardo all'imbustamento.
ora è in taverna di casa a circa 18 gradi, ha emesso dei germogli ed alcuni si sono seccati.metà tronco (in verticale) sembra che si stia seccando mentre nella zona apicale ci sono dei germogli ben vitali alimentati dal restante metà tronco.
però si verifica una cosa strana della quale non ho mai sentito dire.
nella zona che delimita la parte vitale da quella secca si formano dei rigonfiamenti biancastri che è evvidente corrispondono ai vasi linfatici.questi arretrano sempre verso la zona vitale e la zona secca si allarga.
la pianta raccolta era decisamente più alta di quello che avrei voluto fossero le dimensioni finali, ma lentamente questo secco si avvicina al punto in cui intendevo mantenere il tronco originale. sai di quale fenomeno ti parlo e di come trattarlo??

Re di olea
05-01-2010, 18:40
anto ci vorebbero delle foto per vedere di che si tratta.[:-)]

Marco74
05-01-2010, 19:11
sarà un ritiro di linfa?

anto
05-01-2010, 20:19
anto ci vorebbero delle foto per vedere di che si tratta.[:-)]

cercherò di fare delle foto in cui si riesca a vedere questa cosa, ma non so se sarà possibile che risultino esplicative.andrea aveva visto dal vero questo fenomeno e non gli era sembrato nulla di importante, però la parte secca avanza.

Andrea Meriggioli
05-01-2010, 21:26
cercherò di fare delle foto in cui si riesca a vedere questa cosa, ma non so se sarà possibile che risultino esplicative.andrea aveva visto dal vero questo fenomeno e non gli era sembrato nulla di importante, però la parte secca avanza.

Ricordo di averle viste assieme alessandra e che al tatto, lo strato superficiale dove c'erano questi, la corteccia se nè andava rendendo visibile il tessuto cambiale verde e vitale sottostante.
A mio parere sono dati dall'imbustamento che mantiene un costante tasso d'umidità!... ma il ritiro linfatico credo che non sia causato da questi ma da naturale selezione della pianta.

Carmone
05-01-2010, 23:49
posso solo dire che grazie per l'ennesima vostra dei vostri sapienti contributi che ho capito che il tronco di Ligustro, piuttosto che strapazzarlo ,l'ho imbustato in un sacchettino nero forellato, affinche' cacci qualche gemma.....
vi faro' sapere.

Giancarlo
06-01-2010, 13:39
Bravo Luca, altro che scenziato pazzo.....[;-)]sperimenta quanto di "buono" viene insegnato per migliorare le tue piantine!!![:-))]

anto
06-01-2010, 14:12
queste sono le foto fatte oggi. spero che ci capiate qualcosa.

Re di olea
06-01-2010, 16:53
credo proprio che sia un fungo che hà intaccato la linea di marcescenza.spenella tutto il tronco con un rameico diluito al 50% con acqua,e proteggi il terreno quando fai questa operazione.[:-)]

anto
06-01-2010, 18:05
credo proprio che sia un fungo che hà intaccato la linea di marcescenza.spenella tutto il tronco con un rameico diluito al 50% con acqua,e proteggi il terreno quando fai questa operazione.[:-)]

a casa ho il proclaim combi della bayer a base di dodine.è un anticrittogrammico va bene anche questo prodotto?

Re di olea
06-01-2010, 18:12
dovrebbe andar bene anche quello.[:-)]

Andrea Meriggioli
06-01-2010, 19:16
Stessa precauzione che ti ho detto io Alessandra, spennella con un rameico il tronco [;-)]!

anto
06-01-2010, 19:48
questa sera ho già trattato con proclaim che avevo in casa.se mi confermate che è meglio, domani tratterò con un rameico che devo avere nella cassapanca in giardino, ma che era già troppo buio per andare a cercare.

Andrea Meriggioli
06-01-2010, 22:09
Ottimo il rameico spennellato direttamente + il proclaim [;-)]!

bocconi
19-01-2010, 11:55
complimenti, RE, ha spiegato tutto alla perfezione... xò avevo una domanda.. all'interno del sacco c'è un umidità alta, come c si regola con l'innafiatura?? si deve innaffiare sn quando il terriccio è asciutto???

Andrea Meriggioli
19-01-2010, 17:59
complimenti, RE, ha spiegato tutto alla perfezione... xò avevo una domanda.. all'interno del sacco c'è un umidità alta, come c si regola con l'innafiatura?? si deve innaffiare sn quando il terriccio è asciutto???

Certo enrico!
La busta mantiene un tasso d'umidità costante e totale creando un suo microclima interno che impedisce ogni problema di disidratazione[;-)]

Re di olea
19-01-2010, 18:03
giusto come dice andrea,io adirittura hò tenuto imbustata una pianta per 5 mesi senza dover anaffiare nemmeno una volta,una bella comodità con le piante in atechimento[;-)]

Andrea Meriggioli
19-01-2010, 18:07
giusto come dice andrea,io adirittura hò tenuto imbustata una pianta per 5 mesi senza dover anaffiare nemmeno una volta,una bella comodità con le piante in atechimento[;-)]

Soprattutto quando sono... troppe[:-H][:-B][:-))][:-))][:-))][;-)]....

Re di olea
19-01-2010, 18:07
volevo aggiungere una cosa,spesso capita che dentro la busta si formi della botrite,sulle latifoglie non provoca grossi danni,sulle conifere bisogna stare attenti,per eliminarla appena ci si accorge che stà prolifficando,basta un bel getto d'acqua pressata e si lava bene,e per un pò ci si stà tranquilli,poi si ripete l'operazione quando si ripresenta.[;-)][RE]

Andrea Meriggioli
19-01-2010, 18:20
Questa era davvero una cosa importante da dire stefano [:-L]!!!

Giancarlo
19-01-2010, 18:54
Ecco la botrite, qualcuno me l'ha segnalata come una cosa pericolosa per le piante.....addirittura che le porta a morire.....ma se e' come dici tu mi tranquillizzi!!![;-)]

Re di olea
19-01-2010, 19:01
giancarlo,sui ginepri bisogna starci attenti perchè ne soffrono rapidamente.[;-)]

Andrea Meriggioli
20-01-2010, 18:36
Ecco una foto della botrite che viene a svilupparsi come ha ben detto stefano.

5600

Sulle latifoglie non crea danni ma bisogna stare attenti sulle conifere come ginepri[;-)]

Giancarlo
20-01-2010, 20:57
Mi era stata descritta come una cosa pericolosa per tutte le piante quindi ci andavo molto cauto....pero' adesso ho capito cosa fare..grazie![;-)][:-))]

Iron
30-01-2010, 17:03
Ciao a tutti, con rif.alla BOTRITE devo dire che ho alcuni dubbi che quella di cui parliamo sia proprio lei in quanto da foto di Andrea appare bianca mantre la vera B. è grigia (non x nulla si chiama Botrytis Cynerea) in secondo luogo solitamente colpisce solo parti verdi, foglie frutti e rami non ancora lignificati. Inoltre il fatto che come dice Re con una lavatura fortunatamente non si ripresenta per un certo tempo mi fa pensare che quella di cui parliamo sia altro tipo di muffa apparentemente meno agressiva anche perchè la vera B...gode come una porcella delle superfici bagnate e temperature alte, 15 ore consecutive di bagnato e 15 gradi di temp.sono il must per farla partire alla grande per cui lavando dopo 48 ore rieccola lì. Sarebbe interessante capire perciò se abbiamo a che fare con qualche altra ospite indesiderata per usare il prodotto più adatto. Prendo comunque atto degli ottimi suggerimenti .

Andrea Meriggioli
30-01-2010, 17:55
Condivido con quanto dici Fabrizio [;-)], io elimino tutto con il getto d'acqua e via... al massimo puoi applicare previcur della bayer ma solo in caso di attacco molto marcato, nel mio caso ad esempio, che raccolgo bene e in molteplici periodi dell'anno, non nè ho mai avuto il bisogno monitorando correttamente il tutto però [;-)]

Andrea Meriggioli
12-02-2010, 18:41
Aggiornamento ad oggi[:-B]!

Le roverelle che ho provato a tenere in caldaia su piano riscaldato alla base: hanno già cominciato a ripartire, formando pronunciati calli lungo i tagli ed emettendo i primi germogli! I prodotti master in busta ad elevata umidità fanno davvero molto[:-))][;-)]:

6027

Ros
21-03-2010, 22:35
Ciao a tutti,
Vi chiedo un chiarimento in merito a come comportarsi "sotto" quando si utilizza una tecnica come l'imbustamento scuro per un attecchimento "spinto".[:-H]

Quale può essere un substrato efficace su di un biancospino per esempio?

Grazie

Re di olea
22-03-2010, 05:12
il substrato non influisce sulla busta nera,dovrai usare quello più conveniente a quell'essenza.

Andrea Meriggioli
24-03-2010, 11:44
il substrato non influisce sulla busta nera,dovrai usare quello più conveniente a quell'essenza.

Quoto lo zio[:-L]!
In genere comunque il componente principale in fase d'attechimento è sempre la perlite[;-)]!

Ros
24-03-2010, 19:31
Ecco proprio lì era il mio dubbio, non cosa usare , ma come comportarsi.
Avendo spesso letto le "lodi tessute" da Andrea sull'agriperlite in attecchimento, mi chiedevo....

-Dopo quanto tempo và cambiato questo substrato specifico?

e quì il dubbio mi viene dal fatto che questo inerte è oltre che strerile è anche vuoto dal punto di vista nutrizionale e se le piante saranno da coltivare bisognerà pur dargli qualcosa d' altro o si fertilizza la perlite dopo aver sfruttato la sua "povertà" per stimolare la crescita radicale?

Allo stesso tempo però penso anche che quando parliamo di imbustamento e perlite è perchè stimo trattando piante in attecchimento con ridotto sviluppo radicale che quindi non possiamo (e quì forse è un mio timore) muverele fino a che i delicatissimi capillari ,per lo sviluppo dei quali abbiamo fatto buna parte dell'operazione ,non saranno opportunamente rinforzati.....quindi??

Spero di essere stato cosi pìù chiaro in merito ai miei dubbi in modo da darvi la possibilità di dipanare questo groviglio che mi si è ficcato in testa per poter fare un' altro passo verso i il Bonsai.. [:-U]

Grazie in anticipo del tempo che vorrete dedicarmi con i vostri preziosi insegnamenti.[:-)]

anto
24-03-2010, 20:06
concimazione fogliare. penso che sarà questa che andrea ti consiglierà,è un concetto piuttosto nuovo, che io ho iniziato ad usare solo dall'anno scorso e di cui non sono ancora ben pratica.

Ros
24-03-2010, 20:33
Sai che non ci avevo proprio pensato di passare dalle foglie....:rolleyes:
grazie Anto

maurizio71
26-03-2010, 13:08
Una precisazione , l'imbustamento NERO deve essere completo senza che passi il minimo di aria ? ermetico praticamente ? se si ogni quanto si deve aprire , immagino che l'aria cmq sia necessaria per la vita della piantina anche se in attecchimento ...

Re di olea
26-03-2010, 17:11
non è importante che sia ermetico,se entra un filo d'aria va bene lo stesso,l'importante è che la busta nera avvolga anche il vaso,in modo che l'acqua che evapora dal vaso va a tenere umido tutta la pianta.[:-)]

maurizio71
26-03-2010, 17:40
Ok grazie e' tutto chiaro , era riferito a questa discussione : http://master-bonsai.com/forum/showthread.php?t=1484 , aperta da me per quella sughera sofferente , che e' imbustata in nero da qualche giorno vaso compreso , in pratica il sacco nero l'ho infilato da sotto e ho chiuso sopra mettendo dei sostegni di filo di rame impiantati nel terreno a mo di cupola affinche' il sacco non venga a contatto con i rametti .

Re di olea
26-03-2010, 18:04
va benissimo.[:-)]

maurizio71
26-03-2010, 18:31
Meno male , certo che con i vostri consigli si capiscono tante cose e si limitano i danni di noi principianti [:-)][:-)] , adesso incrocio le dita per la sughera ... sgrat sgrat [:-)]

Andrea Meriggioli
26-03-2010, 19:59
Meno male , certo che con i vostri consigli si capiscono tante cose e si limitano i danni di noi principianti [:-)][:-)] , adesso incrocio le dita per la sughera ... sgrat sgrat [:-)]

E' un vero piacere poter aiutare nei limiti delle mie possibilità[:-S]!!!
Sapessi quanti materiali stupefacenti si sono persi negli anni passati a causa dell'inesperienza dei raccoglitori[:-W][:-(]...

raul
29-03-2010, 12:28
ho imbustato la mia quercia pero ha delle gemme gia spuntate nel momento dell espianto !! sono gemme che non interessano che faccio le taglio subito cosi ricaccia sull apice ????

Re di olea
29-03-2010, 16:58
toglile.[;-)]

Andrea Meriggioli
29-03-2010, 19:50
Come non quotare lo zio[:-L][:-B][;-)]!

Andrea Meriggioli
27-04-2010, 23:21
Ecco qualche foto dei fantastici risultati della "magica busta"[:-B]!
Davvero, se correttamente utilizzata, infatti questa richiede molteplici e continue attenzioni (in particolare ora con l'arrivo del caldo perchè altrimenti si rischia di fare più danni che altro!) consente di ottenere una ripartenza velocissima emettendo persino molte radici aeree che posto di seguito:

7921

7922

Il callo già prodotto ai bordi dei tagli:

7923

Ros
27-04-2010, 23:45
materiale?

Andrea Meriggioli
27-04-2010, 23:46
L'esempio che ho postato è un olivastro. Essenza che davvero va divinamente e tra le migliori con la busta [;-)]!

Andrea Meriggioli
28-04-2010, 11:15
Anche le suber gradiscono da matti la busta[:-B]... con calli esorbitanti e cacciate direttamente in prossimità delle capitozzature[:-P]!

7925

7926

7927

7928

7929

Ros
28-04-2010, 23:10
Hei bella la prima !!!

Io questa la chiamerei senza dubbio La Ballerina ! [;-)]





7953

Sottocolle
29-04-2010, 00:09
Io mi sono trovato sempre benissimo con la busta.
Unico inconveniente che ho notato è stato che le piante nate sotto la busta si seccano o scottano sempre dopo lo sbustamento... con tutto che le tengo a luce indiretta.
Questo perchè la pianta ha sviluppato foglie adatte ad un certo livello di umidità.

L'ultimo imbustamento che ho fatto è stato su un Carica e su una Quercia, ed entrambe le ho sbustate gradualmente dopo l'emissione delle gemme e il loro allungamento oltre i 5cm.

Di solito sbusto dopo un mesetto. Mai tenuta di più la busta, anche perchè si formano molte muffe.
Io, sul substrato di perlite, ho trovato una specie di mucillagine schifosa... tipo alieno, non saprei descrivervi tanto schifo! Era a metà tra una gelatina ed una ragnatela: uno schifo!

Andrea Meriggioli
29-04-2010, 09:07
Ho postato queste piante solo per far vedere gli effetti della busta.
Ora le si lascia attechire per bene e in autunno "si potrà passare all'opera"[:-B][;-)]!

Ros
02-05-2010, 21:48
Oggi complice il clima favorevole ho cambiato il colore della busta a questa roverella permettendo anche un piccolo scambio d'aria tra interno ed esterno.




8100




8097




8098




La roverella nella busta opaca con la freccia, quello che si vede a sinistra nella busta trasparente è un biancospino sul quale spero di non avere fatto un danno irreparabile la scorsa settimana con una eccessiva apertura del sacco nero in qui era che ha provocato l'immediato scarto degli unici 3 germogli che erano usciti dopo 2 mesi!![:-(]

Tutto fa esperienza........[:-U]
8099

Andrea Meriggioli
02-05-2010, 22:09
Bene! Di certo in futuro sarà da abbassare al ramo di raccordo utile[;-)].

Per il crataegus, non ti preoccupare, se la pianta deve attechire lo farà vedrai. In ogni caso presta attenzione perchè di certo è un ulteriore stress per la pianta, specie se si tratta di yama molto vecchi in attechimento dove ogni singolo intervento deve essere calibrato alla perfezione per un buon successo[:-L][Bon]!

Ros
10-05-2010, 23:39
Per il crataegus, non ti preoccupare, se la pianta deve attechire lo farà vedrai. [:-L][Bon]!

Accidendi avevi ragione, questo non ne vuole sapere di stecchirsi!!
Questa sera ho visto che sta "svegliando" altre gemme dal legno vecchio[:-H]. Sarà comunque dura fino alla fine visto che stiamo parlando di un maxi taleone più che di un albero.....
Spero proprio di arrivare in futuro a postare qualche dettaglio tel tronco che si contorce su se stesso in un avvitamento di 180° [:-P][:-P] ma per ora la superstizione è d'obbligo, lascio imbustato e dico una preghierina ogni volta che la guardo.....

Ps: Prima di conoscere il forum queste cose me le sognavo....

Andrea Meriggioli
11-05-2010, 09:02
Interessante l'avvitamento[:-P][:-P][;-)]!

Roso
29-05-2010, 14:46
oggi ho notato che 1 pino ed 1 larice che ho in busta nera da 2 settimane avevano tanta muffa sul terrccio.
E cosa buona questa?

Andrea Meriggioli
29-05-2010, 21:23
oggi ho notato che 1 pino ed 1 larice che ho in busta nera da 2 settimane avevano tanta muffa sul terrccio.
E cosa buona questa?

Le conifere non vanno mai imbustate con nero ma solo con trasparente!!!
La busta nera vale solo per le latifoglie!

Roboante
23-12-2010, 10:06
Ciao a tutti, questa tecnica di imbustamento mi pare davvero molto interessante. Avrei un paio di curiosità in proposito. Da quanto ho sempre imparato e saputo, le caducifoglie delle fasce temperate come la nostra, purtroppo per loro, ogni anno devono ciclicamente superare il periodo di freddo dell'inverno, per questo motivo fanno cadere le loro foglie e vanno in stasi. Appena le temperature si fanno più miti allora riprendono il loro stato vegetativo, e fin qui non c'è nulla di nuovo.
Il mio interesse nasce dal fatto che le loro gemme, prodotte in autunno, dovrebbero passare un lungo periodo di maturazione, un pò come succede per le sementi, in cui il loro "fabbisogno in freddo" viene colmato e, solamente dopo un tot di settimane, viene "permessa" la loro germinabilità, successivamente attivata dalla luce e dalle temperature. Da quanto mi è parso di intendere, con l'imbustamento la pianta non viene lasciata al freddo, anzi, si simula un effetto primavera dentro la busta. Domanda: visto che la pianta non viene lasciata al freddo, è possibile effettuare l'imbustamento in qualsiasi periodo dell'anno, con le dovute precauzioni? Se no, quali sono i periodi migliori e quali quelli meno indicati?

Ciao,
Riccardo

GIOVANNI48
23-12-2010, 11:34
-L'imbustamento non simula l'effetto Primavera, caso mai di una Serra Fredda (quello trasparente)
.S' imbusta in qualsiasi periodo dell'anno
.Non c'e' un periodo migliore per l'imbustamento essendo strettamente dipendente e subordinato dal periodo migliore della raccolta della pianta o dalla esecuzione di un lavoro

Roboante
24-12-2010, 10:07
capito, grazie

Diego Fortuna
06-02-2011, 18:40
Ciao Andrea e ciao Re! intanto davvero complimenti per la discussione che ho letto solo oggi ed ho trovato di grande interesse e molto importante per la raccolta di materiali importanti. grazie!
Una cosa volevo chiedervi, considerando che veniamo da zone estremamente diverse, e che le essenze che posso raccogliere nelle mie zone sono maggiormente olmi e roverelle, come dovrei comportarmi secondo voi successivamente alla raccolta primaverile. mi sembra di aver capito che la tecnica da voi descritta funzioni specialmente in pieno inverno cosicche' le radici abbiano il tempo di formarsi.
Per le piante raccolte in primavera, meta' marzo precisamente, periodo dove c'e' la maggior probabilita' di riuscita per quanto dovrei tenere la busta?
e se riesco a raccogliere materiali con molte radici ha senso mettere ugualmente la busta.
Un grazie di cuore. [:-))][:-))]

diego
06-02-2011, 18:55
Ciao, ti dico la mia esperienza. Io imbusto tutte le raccolte, sia con un apparato radicale abbondante che scarso; visto che comunque anche se riesci a cavare con un abbondante pane radicale qualche radice per forza la danneggi, secondo me è utile in ogni caso. Stesso discorso per le raccolte primaverili, riduci l'eccessiva perdita d'acqua per traspirazione delle nuove cacciate dando alla pianta il tempo di ripristinare l'equilibrio tra parte radicale e parte aerea.

Andrea Meriggioli
06-02-2011, 19:55
Ciao Andrea e ciao Re! intanto davvero complimenti per la discussione che ho letto solo oggi ed ho trovato di grande interesse e molto importante per la raccolta di materiali importanti. grazie!
Una cosa volevo chiedervi, considerando che veniamo da zone estremamente diverse, e che le essenze che posso raccogliere nelle mie zone sono maggiormente olmi e roverelle, come dovrei comportarmi secondo voi successivamente alla raccolta primaverile. mi sembra di aver capito che la tecnica da voi descritta funzioni specialmente in pieno inverno cosicche' le radici abbiano il tempo di formarsi.
Per le piante raccolte in primavera, meta' marzo precisamente, periodo dove c'e' la maggior probabilita' di riuscita per quanto dovrei tenere la busta?
e se riesco a raccogliere materiali con molte radici ha senso mettere ugualmente la busta.
Un grazie di cuore. [:-))][:-))]

Ciao andrea e grazie ate per le belle parole[:-))][:-S].
Dunque, giusto il discorso che fai tu, specialmente se riferito alla busta nera iniziale (per le raccolte invernali[;-)]) per quanto riguarda le due essenze che citi, raccogliendole in primavera procedi sempre con l'imbustamento ma se inizia a far già caldo significativo, vedi di non tenerle sotto il sole diretto ma posizionandole in luoghi riparati dal vento e ombreggiati (magari solo che si prendano le ore di sole del mattino e poi il resto del dì in ombra). Poi quando riscontri che iniziano a ripartire, procedi molto gradualmente a sbustare, aspettando che le cacciate siano sufficentemente sviluppate da garantire il tiraggio di linfa[:-L]

Diego Fortuna
07-02-2011, 20:17
Perfetto ragazzi! veramente precisi![:-))][:-))][:-))]Grazie.

parluc
07-02-2011, 20:26
Ho raccolto proprio in questi giorni un bosso, ma è enorme e ha una quantità di foglie infinita, io ho invasato, tagliando qualche ramo di troppo ma non avendo un disegno preciso ho lasciato tanti rami e le foglie, ho imbustato tutto con trasparente, ho sbagliato?
Bioxim e radimix radicali ma niente fogliarmente, che faccio dò un po' di kombu?

Andrea Meriggioli
07-02-2011, 20:29
Ho raccolto proprio in questi giorni un bosso, ma è enorme e ha una quantità di foglie infinita, io ho invasato, tagliando qualche ramo di troppo ma non avendo un disegno preciso ho lasciato tanti rami e le foglie, ho imbustato tutto con trasparente, ho sbagliato?
Bioxim e radimix radicali ma niente fogliarmente, che faccio dò un po' di kombu?

Come già ti ho detto in privato, se hai mantenuto vegetazione usa la busta trasparente e nebulizza fin da subito kombu40

parluc
07-02-2011, 20:31
Certo, ma ci eravamo un po' fraintesi. Volevo dire se il fatto di aver mantenuto troppe foglie può pregiudicare in qualche modo l'attecchimento.
Grazie Andrea

Andrea Meriggioli
07-02-2011, 20:46
Certo, ma ci eravamo un po' fraintesi. Volevo dire se il fatto di aver mantenuto troppe foglie può pregiudicare in qualche modo l'attecchimento.
Grazie Andrea

Questo dipende dal fatto se la pianta aveva o meno molte radici capillari: se ne aveva hai fatto bene a preservare vegetazione, altrimenti elimina pure tutto e imbusta con nero[;-)]

parluc
08-02-2011, 07:09
Qualcosa aveva, non tantissimo però rispetto alla vegetazione, quasi quasi defoglio...

Andrea Meriggioli
08-02-2011, 08:51
Qualcosa aveva, non tantissimo però rispetto alla vegetazione, quasi quasi defoglio...

In tal caso telo consiglio vivamente[;-)]!

parluc
08-02-2011, 09:08
Si, oggi provvederò allora se non a defogliare completamente perlomeno a togliere molta vegetazione così da mantenere il trasparente e vado di kombu, lascerò pochè foglie.
Grazie Andrea.

nello68
08-02-2011, 12:36
salve, argomento molto interessante e importantissimo trovo. Volevo porvi qualche domanda, ho raccolto qualche quercia e sughera, ma nonostante ho fatto molta attenzione nello scavare ho notato che soprattutto le sughere hanno pochissime radici capillari, volevo chiedere se utilizzando questi metodi ho qualche probabilità che queste piante attecchiscono, inoltre prima di invasarle le ho tenute in immersione in una soluzione di aqua con 66F e benlate come mi è stato consigliato da un vivaista (no bonsaista). quali errori ho fatto e come posso rimediare e procedere prossimamente (vista la mia inesperienza). Grazie anticipatamente

Andrea Meriggioli
08-02-2011, 12:56
La sughera se correttamente trattata, radica con discreta facilità. In ogni caso si devono eliminare tutte le radici grosse direttamente alla raccolta, potando vis tutti i tronchi non utili al futuro bonsai, quindi si deve trattare per via radicale con bioxim, radimix e trix (come substrato pura perlite sotto e kanuma sopra in superficie), imbustando con nero sino a che non inizia a ripartire per poi passare alla busta trasparente fino a quando i getti non avranno sui 10cm di lunghezza.

Andrea Meriggioli
07-03-2011, 20:32
Visto il periodo ottimale... vediamo di fare un bel refresh per tutti[:-B][;-)]
Sino ad ora avevo mantenuto in cantina, al riparo dal freddo invernale e dal vento le raccolte più importanti (così cominciate a vedere un pò di foto per comprendere almeno minimamente la situazione di questo anno[:-H][:-B][:-P][;-)]!). Quindi ora che ormai durante le ore centrali della giornata inizia a fare proprio i primi caldi significativi, si procede a spostare tutto all'esterno (un giorno interno di spaccamento di schiena[:-X] non sto più in piedi visti i pezzi e numero assurdo!!!) in posizione riparata dal vento e che riceva sole diretto in questo periodo.
In tale maniera si garantisce un elevato sbalzo termico tra giorno e notte che favorisce e stimola la ripartenza vegetativa[:-L].
Poi per concludere visto che il lavoro non bastava[:-W]... si procede al controllo di tutte le buste, somministrando radimix e bioxim e passando alla busta trasparente nei casi necessari.

Le piante prima al riparo in cantina.

19574

19575

19576

Esempio di passaggio dalla busta nera a quella trasparente.

19577

19578

19579

Qua al ducato è un vero piacere, nonostante la fatica accumulata nella giornata, aprire le buste e vedere tutto che mena da paura[:-B][:-S]

19580

19581

Un mio scotano che ha giusto ora iniziato a cacciare in ogni dove[:-))][:-))]

19582

19583

Anche li scotani partono di brutto

19584

Una panoramica di alcune zone adibite a tale scopo[;-)]

19585

19586

19587

19588

Apino88
07-03-2011, 20:36
come sta il mio acerino?[:-U]

Andrea Meriggioli
07-03-2011, 20:37
come sta il mio acerino?[:-U]

bene[:-B]

GIOVANNI48
07-03-2011, 20:39
Accidenti che quantita' di lavoro, peccato che siamo lontani, altrimenti come pensionato ti sarei venuto a dare una mano, ovviamente... ogni tanto, qualche pezzo ti spariva, ma solo quelli piccolini e di poco valore[AU][AU]:D

Andrea Meriggioli
07-03-2011, 20:43
Accidenti che quantita' di lavoro, peccato che siamo lontani, altrimenti come pensionato ti sarei venuto a dare una mano, ovviamente... ogni tanto, qualche pezzo ti spariva, ma solo quelli piccolini e di poco valore[AU][AU]:D

Maledetto[:-8][:-()][:-B][:-))] altro motivo per cui vado molto su misure master e non d'immediata logistica di trasporto[:-L][:-))][:-))]!

Comunque qua ho sempre fidi aiutanti come oggi sandro che mi ha fatto spanzare da ridere con le sue minchiate sparate tutto il pomeriggio mentre faceva il suo telaio di piantine di tridente[:-))][:-))][:-))]

Apino88
07-03-2011, 20:55
sono felice che sti bene..non vedo l'ora di vedere le cacciate^^

Gimmino
07-03-2011, 21:19
Ciao Andrea, ho notato che non sempre imbusti completamente vaso e pianta, c'è un motivo?

Andrea Meriggioli
07-03-2011, 21:21
Ciao Andrea, ho notato che non sempre imbusti completamente vaso e pianta, c'è un motivo?

Principalmente per motivi di ingombro e dimensione del materiale[:-W][;-)]

Gimmino
07-03-2011, 21:25
Principalmente per motivi di ingombro e dimensione del materiale[:-W][;-)]

Ok, grazie...

alexarbi1@virgilio.it
07-03-2011, 22:12
ce ne hai da fare!!!

Andrea Meriggioli
10-03-2011, 16:05
ce ne hai da fare!!!

Altra giornata piena a cambiar buste, spostare, trattamenti con bioxim-radimix-umaifar ecc ecc[:-X] resoconto: schiena a pezzi ma risveglio e attecchimenti da paura[:-B][:-P]!

Mi sa che questo anno dovrò piazzare una zona di ricovero-pronto soccorso per i "visitatori" appena che inizio a sbustare... dico solo che ho superato me stesso in tutto questo anno!.... MATERIALE DA PAURA.... semplicemente MASTER[:-B][:-H][:-L][:-P]!

E' tutto che mena, se vedreste anche solo i capillari come escono già dai vasi fa davvero impressione[:-H][:-))][;-)]

Apino88
10-03-2011, 16:12
aaah...mi fai male[:-/].....che ansia..[:-X] cattivo[:-C]([:-P][:-P][:-))][:-))])

Andrea Meriggioli
11-03-2011, 20:13
Posto qualche foto per far comprendere come stanno andando tutte le piante di questo inverno[:-B], quando si parla di attecchimento[:-L][;-)]...

Faccio vedere una a caso[:-()][:-))]....

19813

19814

E mentre sopra inizia a menare in ogni dove...

19815

Guardate sotto la radicazione, direttamente dalla zona risogena, grazie alle giuste tecniche-tempistiche e prodotti[;-)]

19816

19817

19818

19819

giannibons27
11-03-2011, 20:20
sei il mostro delle marasche
[:-))][:-))][:-))][:-))][:-))][:-()]

Lottatore di Sugo
11-03-2011, 20:43
appunto adesso mi chiedevo come sta il mio leccio[:-))][:-))]

Andrea Meriggioli
11-03-2011, 20:50
appunto adesso mi chiedevo come sta il mio leccio[:-))][:-))]

prima di usare questi aggettivi così "possessivi" caccia fuori i eurini[:-()][:-B][:-))][:-))][:-))][:-))] che comunque la schiena mia non si ripaga[:-X][:-W][:-))][:-))][:-))][:-))][:-))][;-)]

Lottatore di Sugo
11-03-2011, 21:01
prima di usare questi aggettivi così "possessivi" caccia fuori i eurini[:-()][:-B][:-))][:-))][:-))][:-))] che comunque la schiena mia non si ripaga[:-X][:-W][:-))][:-))][:-))][:-))][:-))][;-)]


ti ho chiesto come sta,si muove o no
per gli eurini non ci sono problemi lo sai[;-)][:-))][:-)][:-L]

Ros
11-03-2011, 21:16
Bhè.... almeno diciamolo che questa marasca non è in vendita...[:-()][:-B][:-))][HI][OK]

Lottatore di Sugo
11-03-2011, 21:51
Bhè.... almeno diciamolo che questa marasca non è in vendita...[:-()][:-B][:-))][HI][OK]


quale marasca

Andrea Meriggioli
11-03-2011, 22:27
Si maurizio stavo a scherzare come sempre[:-))][:-))][:-))]
Per i lecci muovono più avanti, con l'arrivo del vero caldo, per ora è tutto ok[;-)]
Per la marasca di cui parla roberto, è una di quelle che ha bloccato per sè, quella che ho riportato nelle ultime foto sopra[:-()][:-))][:-))]

Apino88
11-03-2011, 22:45
beh allora voglio vedere anche il mio acero (gia pagato[:-))]) [;-)]

stone
12-03-2011, 00:39
andrea ma quando fai il cambio da nero a trasparente somministri di nuovo bioxim e radmix?

Andrea Meriggioli
12-03-2011, 09:15
Per apino, aspetta, tempo al tempo e avrai le foto del tuo ho troppo lavoro adesso[:-W][;-)]

andrea ma quando fai il cambio da nero a trasparente somministri di nuovo bioxim e radmix?

Fin che sono in busta somministro sempre e solo radimix + bioxim ogniqualvolta che il substrato asciuga e ve ne presenti la necessità di irrigare.
Poi una volta sbustate somministro solo una volta a settimana la miscela (anche estratti umici) e le altre volte irrigo normalmente applicando per via fogliare kombu40[;-)]

alexarbi1@virgilio.it
12-03-2011, 09:20
Per apino, aspetta, tempo al tempo e avrai le foto del tuo ho troppo lavoro adesso[:-W][;-)]



Fin che sono in busta somministro sempre e solo radimix + bioxim ogniqualvolta che il substrato asciuga e ve ne presenti la necessità di irrigare.
Poi una volta sbustate somministro solo una volta a settimana la miscela (anche estratti umici) e le altre volte irrigo normalmente applicando per via fogliare kombu40[;-)]

buono a sapersi[;-)]!!

Apino88
12-03-2011, 09:27
ok ok no problem[:-))][;-)]

nello68
18-03-2011, 15:59
Salve complimenti per quest'argomento, troppo interessante. Comunque volevo chiedere a proposito delle eriche, + di un mese fà stavano facendo dei lavori vicino a un mio terreno e ne ho approfittato per raccoglierne tre abbastanza grandi. Le ho capitozzate e messe in busta trasparente (come mi è stato suggerito), ma fino a questo momento non ho visto ancora cacciate sui rami. Ho sbagliato a mettere la busta trasparente? Mi dispiacerebbe tanto perderle, hanno dei rami molto belli con delle belle curve, c'è possibilità che caccino sui rami? cosa posso fare adesso? Grazie.

Andrea Meriggioli
18-03-2011, 22:02
Ciao nello, la busta trasparente sull'erica va bene essendo sempreverde.
Hai usato i prodotti soliti (bioxim e radimix radicali e kombu40 fogliare)?

substrato sempre pura perlite?
fagli prendere un pò di sole diretto al mattino in questo periodo e poi ombra[;-)]

nello68
19-03-2011, 11:33
Ciao, Andrea grazie per la risposta non ho usato pura perlite ma pomice e terriccio 50 e 50 (non ero riuscito a trovare la perlite), i prodotti non li ho ancora appena posso li mando a prendere ho usato solo 66f, spero che vanno sono stato fortunato a trovarne con delle belle forme e mi dispiacerebbe tantissimo perderle anche perchè sono le mie prime raccolte. Grazie ancora Andrea .....sei un grande [:-B]

nello68
19-03-2011, 11:40
....dimenticavo i prodotti fogliari non avrei potuto usarli in quanto le piante sono state capitozzate e totalmente senza fogli, ho fatto un errore?

Gimmino
19-03-2011, 17:20
....dimenticavo i prodotti fogliari non avrei potuto usarli in quanto le piante sono state capitozzate e totalmente senza fogli, ho fatto un errore?

Se hai capitozzato, ributterà solo dal ceppo...

Andrea Meriggioli
19-03-2011, 20:55
Se ti serve la perlite e i prodotti basta che mi contatti in mp che vediamo di fare un ordine, questi fanno la differenza[;-)]!

Andrea Meriggioli
22-03-2011, 20:56
Ennesima giornata di lavori sulle varie raccolte imbustate (solito spacca schiena tra cambia buste e applicazione prodotti[:-X][:-B][:-))])...
Ormai è davvero tutto che esplode, persino i lecci hanno iniziato già a partire (in genere lo fanno più avanti con maggiore caldo invece questo anno già iniziano a gemmare[:-L]), ecco per esempio il risveglio del master leccione del lottatore di sugo[:-P][;-)]...

20682

20683

I mahaleb non c'è uno che non stia menando[:-S][;-)]

20684

20685

Lottatore di Sugo
22-03-2011, 21:23
Ennesima giornata di lavori sulle varie raccolte imbustate (solito spacca schiena tra cambia buste e applicazione prodotti[:-X][:-B][:-))])...
Ormai è davvero tutto che esplode, persino i lecci hanno iniziato già a partire (in genere lo fanno più avanti con maggiore caldo invece questo anno già iniziano a gemmare[:-L]), ecco per esempio il risveglio del master leccione del lottatore di sugo[:-P][;-)]...

20682

20683

I mahaleb non c'è uno che non stia menando[:-S][;-)]

20684

20685

[:-))][:-))][:-))][:-))][OK][OK][CIN][CIN][CIN]

Apino88
22-03-2011, 21:49
dai dai..che tra poco ci siamo^^

Danielsan
23-03-2011, 08:27
Domanda che sarà stata fatta mille volte ma non la trovo.. io ho 2 olivi imbustati da 1 mese ancora fermi li tenevo in cantina buio e temperatura costante sui 8-9 gradi..con queste giornatine sia il caso di metterli al sole un paio di ore al giorno per alzare la temperatura nel sacchetto o stanno bene li? Con lo stesso metodo un malebo è partito a bomba e ora è in sacco trasparente l'ho spostato all'esterno all'ombra. Iniziano a preoccuparmi gli olivastri ...

diego
23-03-2011, 09:16
Fuori!

Danielsan
23-03-2011, 09:22
Bene grazie! E piena ombra o qualche ora di sole?

Andrea Meriggioli
23-03-2011, 13:04
Luce del mattino e sera diretta, il resto ombreggiati senza esposizione diretta[;-)]

Danielsan
23-03-2011, 13:35
Perfetto! Grazie!!

Andrea Meriggioli
29-03-2011, 21:45
Ormai le nuove marasche son tutte fuori dalle buste e allungano con forza[:-L][:-S][;-)]

21218

21219

21220

Apino88
29-03-2011, 21:59
che belle..[:-P][:-))]

Andrea Meriggioli
04-04-2011, 22:39
Aggiorno con qualche altra foto che esplica il trattamento e uso della busta nera e trasparente[;-)].
Questa una marasca appena passata alla busta trasparente da una settimana (notare come cominci ad allungare con grande forza i nuovi germogli).

21695

Questo un lentisco, passato giusto ora nel momento corretto, dalla busta nera a quella trasparente.

21696

21697

21698

21699

Qualora vi siano presenti nidi di formiche nel secco eliminatele quanto prima con fuoco e compressore[:-8][;-)]!

21700

Questo invece un mahaleb dopo averlo sbustato dal trasparente visto che ormai ha preso grande forza (da vedere anche le radici aeree emesse oltre alla confermata radicazione sotto)[:-B]

21701

21702

21703

21704

Roy02
04-04-2011, 22:47
Fantastiche le piante ma anche ed il lavoro eseguito! E........una sughera che gemma ce l'hai da far vedere?

Roy02
04-04-2011, 22:47
[:-B]

Apino88
05-04-2011, 09:28
l'ultimo mahaleb e enorme..impressionante[:-))]

Andrea Meriggioli
05-04-2011, 21:14
Le raccolte di roverella e suber che stanno partendo da un 10 giorni[;-)]

21768

21769

Ros
05-04-2011, 21:17
Abbi più di quello che mostri, parla meno di quello che sai..

mat19
05-04-2011, 21:20
questa l'ho già sentita....

Andrea Meriggioli
05-04-2011, 21:22
Comunque ciò che posso dare in via telematica lo faccio sempre[;-)]

Roy02
05-04-2011, 21:26
[OK] questa l'ho già sentita....

vedo che spopola la citazione....

mat19
05-04-2011, 21:27
[OK]

vedo che spopola la citazione....

ah, sei tu!!![HI][HI][OK]

Roy02
05-04-2011, 21:30
No, è William Shakespeare...

Roy02
05-04-2011, 21:33
Dimenticavo
Grazie Andrea

Apino88
05-04-2011, 21:42
bellissime anche le rovorelle[:-))]

mat19
05-04-2011, 21:44
No, è William Shakespeare...

azz, non dirmelo...[:-W][:-()][:-))]

Danielsan
11-04-2011, 08:43
Problema!! Ho un malebo inbustato..era partito a stra bomba con butti di più di 1cm ovunque poi improvvisomente si è fermato per un paio di giorni e da ieri presenta foglie arricciate con punte nere (nero bagnato). Ho usato tutti i prodotti le altre piante sono partite tutte e stanno bene questo mi reagito cosi e praticamente le foglie sono quasi completamente marce.. mo che faccio!?

SpadoJr
11-04-2011, 08:56
Credo sia un problema alle radici, lascia asciugare la terra. Poichè sbustarlo di colpo sarebbe sbagliato, lascia il buco del sacco un pochino aperto in modo passi aria...

Danielsan
11-04-2011, 09:31
[:-))] Non ha radici!! E' in pura perlite quindi un problema radicale l'avevo escluso comunque appena mi sono accorto che aveva le foglie con le punte nere ho iniziato a bucherellare il sacco..

parluc
11-04-2011, 10:29
Secondo me i germogli nuovi e teneri toccavano nella condensa del sacco internamente e hanno fatto si che le punte diventassero nere, metti il trasparente se non l'hai gia messo e fai qualche forellino in modo che l'umidità non sia eccessiva e se puoi crea un telaio in modo che i germogli nuovi non tocchino nella busta.
Comunque una foto chiarirebbe.

Andrea Meriggioli
11-04-2011, 10:38
Daniel se stai usando ancora la busta nera è normaleissimo, devi passare a quella trasparente.
Se invece sei già con la trasparente è solo dovuto al fatto che questa tocca i germogli oppure che la pianta riceve sole diretto (ormai già troppo forte per tutte le piante imbustate, vanno tenute all'ombra ora)[;-)]

stone
11-04-2011, 11:01
andrea ma dopo che metti in trasparente e la pianta ha molte cacciate alla base, queste bisogna eliminarle per dare forza ai germogli apicali oppure bisogna lasciarli andare fino a che non is leva anche la busta trasparente?

Danielsan
11-04-2011, 11:08
Grazie ragazzi! Mi sa che è proprio come dite.. la busta è trasparente ma mi sa toccava le foglie... e per il sole lo prende un po il mattino. Ora metto in piena ombra e gradualmente sbusto.. speriamo in bene!!

SpadoJr
11-04-2011, 12:20
La cosa mi lascia perplesso, se non ha radici i germogli sono dovuti alle riserve presenti nel tronco al momento del rinvaso.
Che senso ha tenerli? Non portano via energia alla possibile fabbricazione di radici?

parluc
11-04-2011, 12:27
Non aveva radici al momento che è stato messo in vaso con agriperlite, ora che inizia e gemmare e ad allungare avendo zona rizogena inizia anche a lavorare sotto, come sopra vedi spuntare germogli sotto spuntano e si allungano capillari.
Spadojr quello che dici tu è vero in parte per alcuni tipi di essenza come la roverella etc...brutta bestia...sopra lavora con le energie della pianta immagazzinate mentre sotto se non attecchisce ovviamente resta ferma e quando uno arriva a giugno opplà, e germogli si seccano e ad*** pianta. Salvo casi particolari dove io quest'anno ho raccolto una roverella che non ha ancora iniziato ad aprire le gemme quindi non vivo nemmeno di speranza, la roverella per me è maledetta!!!!!!!!

Andrea Meriggioli
11-04-2011, 12:52
Stone quelli bassi quando ne ha emessi molti e la vai a sbustare, toglili per il motivo che hai detto tu stesso[;-)]

SpadoJr
11-04-2011, 12:57
Non aveva radici al momento che è stato messo in vaso con agriperlite, ora che inizia e gemmare e ad allungare avendo zona rizogena inizia anche a lavorare sotto, come sopra vedi spuntare germogli sotto spuntano e si allungano capillari.
Allora può essere un problema alle radici...se allunga sotto...o sbaglio? [:-))]
Spadojr quello che dici tu è vero in parte per alcuni tipi di essenza come la roverella etc...brutta bestia...sopra lavora con le energie della pianta immagazzinate mentre sotto se non attecchisce ovviamente resta ferma e quando uno arriva a giugno opplà, e germogli si seccano e ad*** pianta. Salvo casi particolari dove io quest'anno ho raccolto una roverella che non ha ancora iniziato ad aprire le gemme quindi non vivo nemmeno di speranza, la roverella per me è maledetta!!!!!!!!
"Provando e riprovando"...dicevano [:-B]
.

stone
11-04-2011, 19:14
Stone quelli bassi quando ne ha emessi molti e la vai a sbustare, toglili per il motivo che hai detto tu stesso[;-)]

ok grazie provvedo in quelle già sbustate[:-))][:-))][:-))]

SpadoJr
12-04-2011, 13:45
Ora la domanda può sembrare stupida, ma ho avuto difficoltà a rispondere quando mi è stata posta.
Ammettendo di poter sigillare la busta in cui mettiamo una pianta, questa potrebbe continuare a vivere?
Insomma...nel nostro caso l'aria passa comunque...in minima parte la pianta ha comunque un passaggio di ossigeno.
Ma in un sacco ben chiuso vivrebbe comunque?
Io ho risposto: sì; motivando la mia risposta con: di giorno la pianta produce Ossigeno, di notte assorbe ossigeno ed emette anidride carbonica. In sostanza quindi si autogenerano i gas all'infinito.
La mia risposta mi ha lasciato piuttosto stranito. Insomma dire che qualcosa va avanti all'infinito...non è da poco.
Vorrei capire se è realmente così...oppure ho detto una cavolata...e quindi vorrei che qualcuno mi spiegasse il tutto! :D

parluc
12-04-2011, 15:01
Di solito quando si imbusta si defoglia...quindi niente fotosintesi...credo ma non sono sicuro, diciamo che mi sono sbilanciato.

SpadoJr
12-04-2011, 16:29
Di solito quando si imbusta si defoglia...quindi niente fotosintesi...credo ma non sono sicuro, diciamo che mi sono sbilanciato.

Sì, se imbusti in nero!
Ma dopo un rinvaso puoi lasciare anche le foglie e imbustare in trasparente (infatti bisogna stare attenti che la busta non tocchi le foglie per evitare la marcescenza!)... [:-))]
Grazie comunque per il tentativo! [:-))][:-))]

albymartini
04-05-2011, 22:43
Ragazzi io ho un serio problema con la busta. Ho sperimentato solamente 2 volte con delle piante prelevate in natura. Le piante non erano vecchie, parlo di piantine di 7 o 8 anni massimo. Messe in busta trasparente prima davano allegri segni di ripresa gettando foglie. Poi il tutto appassiva lasciando spazio ad evidenti attacchi fungini. Usavo 2 stecchetti per tenere larga la busta e non far toccare il tronco; dopo qualche giorno i bastoncini a contatto con la terra (pomice e lapillo, tra l'altro) da marrone chiaro del legno di cui erano fatti erano diventati azzurri, marrone scuro-nero, bianco. L'odore non era dei migliori. Le micorrize avrebbero migliorato la situazione? Altri prodotti a scopo preventivo?

mat19
04-05-2011, 22:56
se si tratta di latifoglie, all'inizio si mette in busta nera in ln luogo ombreggiato ( meglio una cantina). ai primi segni di ripresa si mette in trasparente sempre all'ombra. il meglio è la perlite come substarto.
la prima irrigazione la fai con il bioxim e il radimix. ogni tanto la busta la puoi aprire e spruzzi l'antym che aiuta proprio nelle situazioni di muffe che si sviluppano all'interno delle buste.

albymartini
05-05-2011, 08:35
Dannazione. Ok allora vedro' di rifornirmi di determinati prodotti. e usare del rameico avrebbe senso? nonostante l'attacco sia al piano di sotto e non a livello fogliare...

Andrea Meriggioli
05-05-2011, 09:14
Radicali su tutte le raccolte imbustate dai bioxim e radimix (aggiungendo poi anche li estratti umici quando iniziano a vegetare bene), mentre kombu40 e antym sull'apparato fogliare e per la condensa[;-)]

superpov79
06-05-2011, 16:31
ma per quanto tempo deve essere imbustato il mio è un ficus ginseng l'ho inbustato dopo finto rinvaso ha tante foglie la busta è verde mi sono tenuto nel mezzo di colore visto le tue spiegazioni ma per quanto tempo deve essere imbustata ? e devo continuare ad innaffiare e per quanto tempo
grazie re

LucaLuigi72
06-05-2011, 20:50
Con un ficus (qualcuno mi corregga se sbaglio!) io userei la busta trasparente da subito (perchè mi aspetto, anche se non è scontato, che abbia ancora delle foglie).
Se imbusti non c'è bisogno di innaffiare molto anzi basta una volta alla settimana o anche meno se il terreno rimane umido. L'unica cosa importante è proteggere la pianta dal sole diretto per evitare che "cuocia": deve ricevere luce ma non diretta: al limite controlla con un termometro che la temperatura non salga eccessivamente.
Altra cosa importante e fare gradualmente dei buchi alla busta dopo che la pianta essendosi ripresa inizia a crescere: in questo modo la si abitua all'ambiente esterno.

mat19
06-05-2011, 20:54
quoto lucaluigi!

mscsrl
07-05-2011, 07:57
Grandi ragazzi, grazie ai vostri consigli è successo un miracolo!!!! Biancospino raccolto a fine febbraio, non aveva ancora messo neanche una gemma, settimana scorsa, l'ho imbustato con busta nera (tanto mi son detto : "se non attecchisce è gia pronta per essere infilata nel cassonetto), ieri sera ho aperto la busta e la pianta ha cacciato gemme ovunque, ora passo agli step successivi.
Ma com'è possibile che dopo 2 mesi (ovviamente ho sempre mantenuto spruzzato il tronco) la pianta abbia ancora la forza di cacciare?
Entro sera posto le foto (tra l'altro è anche una bella piantuzza)

Re di olea
07-05-2011, 10:32
la busta nera non è miracolosa,però aiuta moltissimo,certo che chi l'ha inventata e proprio un testa di....[;-)]

DANIEL SAN
07-05-2011, 11:32
è lo stesso processo delle serre alla fine!!!!

SpadoJr
07-05-2011, 12:44
ma per quanto tempo deve essere imbustato il mio è un ficus ginseng l'ho inbustato dopo finto rinvaso ha tante foglie la busta è verde mi sono tenuto nel mezzo di colore visto le tue spiegazioni ma per quanto tempo deve essere imbustata ? e devo continuare ad innaffiare e per quanto tempo
grazie re

Quando vedi che le cacciate iniziano a partire e allungano bene..e citando Andrea "consentendo il tiraggio di linfa", inizi a fare i buchi sulla busta.
Ho visto il terriccio in cui è il ginseng, a mio parere...dal momento in cui la metterai in busta...non servirà più bagnarla...

è lo stesso processo delle serre alla fine!!!!

In linea di massima sì! Solo che l'imbustamento col nero stimola la produzione di nuove gemme per la fotosintesi.. (appunto per questo la busta nera si mette su piante senza nemmeno una foglia...perchè altrimenti queste utilizzerebbero quella poca vegetazione che hanno per sopravvivere, senza foglie sono invece costrette a emettre nuova vegetazione) se non sbaglio.

DANIEL SAN
09-05-2011, 20:48
io lo usavo tempo fa per far germinare i semi ;)

Andrea Meriggioli
09-05-2011, 21:46
la busta nera non è miracolosa,però aiuta moltissimo,certo che chi l'ha inventata e proprio un testa di....[;-)]

Di c...o confermo[:-()][:-8][:-W][:-B][:-))][:-))][:-))] bravo il mio ziaccio[:-L][:-))][;-)]!

Matteo
22-05-2011, 02:47
provato a mie spese l'imbustamento e devo dire che è una bOMBAAAA!!! :D :D :D

cavolo le piante non reagiscono..superreagiscono..2su 2 ci han messo davvero poco tempo a cacciare..1 olivo in crisi brutta defogliato e dopo 2 settimane baaam cacciate ovunque,1 frassino che in 6 giorni baaam cacciate da urlo..un maestro nel prontosoccorso sto sacco nero :)

Andrea Meriggioli
22-05-2011, 08:50
Ha ha ha busta magica matteo la hai scoperta[:-()][:-()][:-()][:-))][;-)]

scintilla502
31-05-2011, 13:52
salve!

voleco condividere con voi le mie conoscenze argomento IMBUSTAMENTO.

un mio amico e socio del CLub di cui lo sono anche io, ha testato da diversi anni un metodo molto sicuro.

Si raccoglie la pianta in natura e le si posiziona in vaso con i dovuti accorgimenti drenaggio e agriperlite x l'umidità o anche pomice grande assoluta (argomento terriccio può variare dalle varie scuole di pensiero)

per il primo periodo quando le gemme sono ancora chiuse, la si può imbustare e tenere anche al Box o in cantina, fino a quando non apre le gemme e iniziano ad aprirsi le foglioline, momento in cui va portata alla luce del giorno.

La differenza che ho notato leggendo i vari commenti, se non mi sono perso qualcosa, è quella di mettere la pianta in una busta.

E qui la variante.

la pianta va imbustata da sopra a modo cappuccio e la busta chiusa sul vaso, lasciando la base dello stesso libera con la possibilità di passaggio aria.
bisogna togliere la busta ogni 2 giorni circa, e girarla in modo da far prendere aria e togliere l'umidità che provocherebbe muffa.

il vaso dovrebbe essere tenuto un poco rialzato in modo da aiutare il passaggio dell'aria dalla base dello stesso perche come ben sapiamo una giusta quantità di areazione aiuta le radici a svilupparsi.

poi una volta la pianta viene a trovarsi alla luce, procedere lasciandola areggiare prima per 10 minuti, poi 20...e via dicendo.
quando si vede che le foglioline non si ammosciano e restano su, si puo lasciare la notte libera xke ci si trova di umidità e poco calore e quando si vede che la pianta reagisce bene alla normalità della giorna la si puo .lasciare senza buta, ma RIGOROSAMENTE ALL'OMBRA ALMENO FINO ALLA FINE ESTATE.

e i suoi risultati sono ottimi...nessuna perdita di pianta.

mat19
31-05-2011, 16:32
nel modo che hai descritto credo si perda quell'effetto serra necessario.
giusto aprire ogni tanto per evitare le muffe. e comunque aspettiamo di sentire il Re che ha scoperto questa tecnica[;-)]

Re di olea
31-05-2011, 17:28
il metodo non è quello in sintesi,ti posso dire che le muffe si formano solo se il calore dentro la busta è compreso tra i 10/30 gradi,sotto di questo non si formano,e sopra di questo,il pericolo che la pianta cuocia dentro è molto alto.poi la variante di fare entrare un pò d'aria va bene,inoltre il metodo che dici può andare bene se hai una pianta da acudire,ma se ne hai tante in atechimento,diventi schiavo del girabusta.[;-)]

TulipanZ
02-08-2011, 23:08
Dato che si parla di imbustamenti vorrei porre un quesito !!!

Ho appena distaccato una margotta fatta 2 mesi abbondanti fa su di una cydonia. Ho defogliato e messo in vaso con perlite e ho fatto la prima innaffiatura con bioxim e radimix. Ho notato a 2 giorni di distanza che si stanno formando dal tronco dei piccoli batuffolini di muffa bianca. E' un bene o un male ??? Troppa umidità ??? E' meglio fare qualche buchetto nella busta nera per far circolare un pò di aria ?????

Hellllpppppppppp !!!!!

Andrea Meriggioli
02-08-2011, 23:15
Rimuovi le muffe e-o funghi e tieni la busta leggermente aperta in questo periodo per evitare tali problemi. in ogni caso controlla ogni giorno o due la situazione (puoi anche lavare il tronco con un getto d'acqua e spazzolino)[;-)]
magari dai anche un fungicida sistemico

TulipanZ
03-08-2011, 09:49
Super mega tempestivo Andrea !!!!

Re di olea
03-08-2011, 16:43
quoto.[:-B]

TulipanZ
05-08-2011, 23:21
aggiorno: muffa sparita ! Ora aspetto le prime cacciate che vengono fuori !!

suber
06-08-2011, 20:34
A novembre devo raccogliere una roverella, è meglio imbustarla in nero e metterla in un posto al chiuso dove comunque in inverno la teperatura va sotto zero, oppure in un garage con temperature più miti?

Andrea Meriggioli
06-08-2011, 21:10
A novembre devo raccogliere una roverella, è meglio imbustarla in nero e metterla in un posto al chiuso dove comunque in inverno la teperatura va sotto zero, oppure in un garage con temperature più miti?

sicuramente è meglio farla svernare imbustata in un luogo con temperature più miti (sopra i 10°C è ottimale)[;-)], questo per evitare rischi di gelate che se si lascia all'aperto possono fare danni, oltre che avere una ripartenza migliore alla primavera successiva.

suber
06-08-2011, 21:54
Una domanda Andrea, si dice che certe essenze tipo faggio e alcune querce, debbano prendere almeno un colpo di freddo per poter vivere meglio, secondo te è una balla?

Andrea Meriggioli
06-08-2011, 22:03
Una domanda Andrea, si dice che certe essenze tipo faggio e alcune querce, debbano prendere almeno un colpo di freddo per poter vivere meglio, secondo te è una balla?

Questo è tutto un altro discorso suber, riferendosi a piante in salute e ben attecchite (quindi non nel caso sopra d'espianto-raccolta), far sentire a queste (ma in generale a tutte le essenze autoctone che vivono in climi rigidi nei mesi invernali) "l'arrivo del inverno" consente di scandire meglio le varie fasi fisiologiche e quindi molto positivo, godendo di una migliore ripartenza in primavera, anche relazionandosi alla dormienza delle gemme[Bon][;-)]

delonix regia
14-09-2011, 17:39
domanda...dopo aver imbustato e con ottimi risultati e poi sbustata adesso dopo 2 settimane mi ritrovo le cacciate lunghissime ma ancora non ancora lignificate ..neanche un po'.. che faccio lascio crescere ho accorcio...si tratta di un albero a fiori x quasi tutta l'estate...

Arsenio
14-09-2011, 18:33
domanda...dopo aver imbustato e con ottimi risultati e poi sbustata adesso dopo 2 settimane mi ritrovo le cacciate lunghissime ma ancora non ancora lignificate ..neanche un po'.. che faccio lascio crescere ho accorcio...si tratta di un albero a fiori x quasi tutta l'estate...

per ora lascia crescere, così aumenti le radici

Re di olea
14-09-2011, 19:16
non accorciare nulla finchè non ligniffica la ramifficazione.[:-B]

Andrea Meriggioli
14-09-2011, 21:34
Non si accorcia mai nulla nei materiali in attecchimento e in formazione per lasciar far diametro e per ottenere radicazione sotto

delonix regia
15-09-2011, 18:44
non accorciare nulla finchè non ligniffica la ramifficazione.[:-B]

grazie

ziomimmo
11-10-2011, 11:00
giusto per chiarirmi le idee

possiedo due yamadori (ormai araki) di roverella e melograno che hanno passato la seconda estate dignitosamente ma non in maniera esaltante (purtroppo non vi conoscevo e pensavo fosse cosa buona e giusta lasciare le piante nel loro terriccio per due anni prima di lavorare) ora pensando al rinvaso che farò a fine inverno (utilizzando perlite ed i prodotti) posso procedere con limbustamento o secondo voi non è necessario?
insomma mi converrebbe comportarmi come se le avessi appena raccolte o faccio un normale invaso con cambio totale di substrato?

parluc
11-10-2011, 12:37
Dal momento che le piante sono gia attecchite non serve l'agriperlite o comunque ne puoi mettere ma in percentuale bassa, con la funzione cerca puoi chiarirti le idee in merito ai vari substrati usati dagli utenti ma comunque può, anzi deve variare in base alle tue esigenze, per quanto riguarda l'imbustamento serve e come, anzi ti dico proprio che dopo aver rinvasato le piante a inizio primavera fa bene imbustarle nel primo periodo e usare tutti i prodotti del caso.

Andrea Meriggioli
14-10-2011, 21:22
Questa ancora mi mancava[:-H][:-()], le raccolte che da tanta forza con cui cacciano che spaccano il nylon nero per uscire in cerca di luce[:-B][:-P][:-))]!

28907

28908

A proposito dell'imbustamento aggiungo un'ulteriore accortezza che ho iniziato ad usare da un pò di tempo e che si risulta molto valida[:-L].

Pianta a distanza di 3 settimane dalla roccolta che vista l'abbondanza di nuove cacciate emesse è pronta per essere passata dalla busta nera a quella trasparente.

28909

28910

28911

Notare il callo già prodotto[:-B]

28912

A tal proposito non passo più immediatamente da una busta all'altra ma "abituo la pianta al cambio di luce" in maniera più graduale, lasciando per un 5 giorni la busta nera sotto aperta nel suo culmine e chiudendo con nylon trasparente la parte alta, così facendo non riceve tutto di botto la luce e al contempo si preserva l'umidità e microclima prodotti dall'imbustamento[;-)]

28913

quisquiglia
15-10-2011, 07:36
Spettacolare forza della natura!

J_P
15-10-2011, 07:39
Andrea
la pianta rimane communque per adesso in cantina.....che tipo e quanta luce ci hai?

Andrea Meriggioli
15-10-2011, 14:35
Spettacolare forza della natura!

[:-L][:-L]!

Andrea
la pianta rimane communque per adesso in cantina.....che tipo e quanta luce ci hai?

Appena finisco la serra passa dalla cantina a questa[:-()][:-B]
Per ora la luce che riceve è parzialmente limitata, comunque esposta vero le finestre presenti appositamente[;-)]

delonix regia
16-10-2011, 18:20
domanda..... ma quando le hai raccolte???.... te lo chiedo perchè ultimamente ho un po' di confusione sui periodi di raccolta... in autunno (ottobre-novembre) quali essenze si posso raccogliere?
disperatamente cerco consigli

Andrea Meriggioli
16-10-2011, 21:21
domanda..... ma quando le hai raccolte???.... te lo chiedo perchè ultimamente ho un po' di confusione sui periodi di raccolta... in autunno (ottobre-novembre) quali essenze si posso raccogliere?
disperatamente cerco consigli

Se leggi sopra lo ho anche scritto 3 settimane fa...

ziomimmo
17-10-2011, 12:08
solo una considerazione
visto che la parte della luce utilizzata dalle piante per la fotosintesi è quella a 430 e 662nm di lunghezza d'onda (cioè riflette il verde) ma assorbe il blu ed il rosso, per una transizione meno traumatica dalla busta nera a quella trasparente e poi al pieno sole si potrebbe usare un busta verde in modo da tenere la pianta idrata, idratata, ed ombreggiata, la luce diminuisce di intensità ma arrivano le lunghezze d'onda utili per la fotosintesi,

hai visto mai?

Andrea Meriggioli
17-10-2011, 14:21
Sinceramente zio questa non la ho mai provata ne sentita, quindi non resta che provare e vedere se è un'accortezza positiva e migliore[Bon][:-))][;-)]

alexarbi1@virgilio.it
17-10-2011, 16:36
vorrei vedere dove saresti adesso se qualche anima pia della valdinievole non ti avesse suggerito dove trovare la perlite....
maledetto[:-C][:-C][:-B][:-))]!!!!!!!!!!!!!!!!

come minimo mi spetta un master di sughera[:-P]!!!
a gratis ovviamente[:-P][:-P]!!!

parluc
17-10-2011, 18:45
vorrei vedere dove saresti adesso se qualche anima pia della valdinievole non ti avesse suggerito dove trovare la perlite....
maledetto[:-C][:-C][:-B][:-))]!!!!!!!!!!!!!!!!

come minimo mi spetta un master di sughera[:-P]!!!
a gratis ovviamente[:-P][:-P]!!!

Stai bono che tra poco si parte e si vanno a togliere belle piante!!! Poi si fanno vendere da andrea....

Andrea Meriggioli
17-10-2011, 21:15
vorrei vedere dove saresti adesso se qualche anima pia della valdinievole non ti avesse suggerito dove trovare la perlite....
maledetto[:-C][:-C][:-B][:-))]!!!!!!!!!!!!!!!!

come minimo mi spetta un master di sughera[:-P]!!!
a gratis ovviamente[:-P][:-P]!!!

Si Grazie alex[:-))] e te pensa che il giorno dopo mi è arrivato il camion con i due pallet di perlite nuova [:-W][:-8][:-8] che avevo ordinato (48 sacchi da 100L) averlo saputo prima azz[:-()][:-))][:-))][:-))]!

Stai bono che tra poco si parte e si vanno a togliere belle piante!!! Poi si fanno vendere da andrea....

[:-B][:-))]

alexarbi1@virgilio.it
17-10-2011, 22:24
Stai bono che tra poco si parte e si vanno a togliere belle piante!!! Poi si fanno vendere da andrea....

vorrai dire che gli si fanno "vedere"!!!

diamoglie secche a quel meriggioli!!!

Andrea Meriggioli
17-10-2011, 22:28
vorrai dire che gli si fanno "vedere"!!!

diamoglie secche a quel meriggioli!!!

Maledetto che non sei altro altro che multazze sono da darti[:-8][:-8][:-()][:-B][:-))][:-))][:-))][;-)]

parluc
18-10-2011, 09:36
vorrai dire che gli si fanno "vedere"!!!

diamoglie secche a quel meriggioli!!!

Va bene, allora faremo così, in foto le facciamo vedere belle verdi, attecchite poi gliele mandiamo completamente out....

ziomimmo
18-10-2011, 11:06
il discorso della busta verde è ovviamente una speculazione ma visto che, come sicuramente sai, non tutta la luce è utilizzata dalla pianta per la fotosintesi allora perchè non fare in modo di somministrare solo luce "utile" almeno nelle prime fasi

potrebbe essere interessante!

farò esperimenti pe vedere quali lunghezze d'ondfa filtrano con buste di diversi colori poi ti farò sapere

Andrea Meriggioli
18-10-2011, 14:30
Va bene, allora faremo così, in foto le facciamo vedere belle verdi, attecchite poi gliele mandiamo completamente out....

Maledetto anche tu[:-8][:-8][:-C][:-))][:-))]

il discorso della busta verde è ovviamente una speculazione ma visto che, come sicuramente sai, non tutta la luce è utilizzata dalla pianta per la fotosintesi allora perchè non fare in modo di somministrare solo luce "utile" almeno nelle prime fasi

potrebbe essere interessante!

farò esperimenti pe vedere quali lunghezze d'ondfa filtrano con buste di diversi colori poi ti farò sapere

[OK][;-)]

parluc
18-10-2011, 14:56
ahahahahhahahaha

luigi77
07-12-2011, 15:36
ciao a tutti volevo sapere ,bioxim e radimix vvngono usati subito quando si espia nta la pia nta o quando comincia ad intravvedersi le prime caccite? per il substrato di coltivazione puo andare bene anche un ghiaietto del diametrodi 3 -4 mm ,io lo uso normalmente nelle mie piante miscelato con tu e sabbia di fiume e mi ha dato sempre ottimi risultati lasciando il terreno ben drenato e aereato

SpadoJr
07-12-2011, 15:57
Per i prodotti sí! Da subito! ;)

Per il terreno: per le raccolte serve qualcosa di molto drenante: pomice e perlite ad esempio, ma presumo che il ghiaietto vada ugualmente bene. Poi se lo usi già da tempo significa che sai anche regolarti con innaffiature ecc.

;)

mat19
07-12-2011, 15:59
subito al momento del trapianto, continuando alle dosi indicate per tutto il periodo dell'attecchimento ( circa tre mesi).
i prodotti si possono miscelare

http://master-bonsai.com/forum/showthread.php?t=2314

http://master-bonsai.com/forum/showthread.php?t=1160


ciao

luigi77
07-12-2011, 16:25
grazie mille per la tempestivita delle risposte trovo che questo forum sia seguito da persone competenti e molto alla mano grazie ancora a tutti voi

luigi77
12-12-2011, 06:42
Per il super duca,mi potresti mandare una email con il costo dei 4 prodotti biomix ecc ......con compresa la spedizione ed il tipo di pagamento da effettuare ? ti ringrazio sin d ora per la cortesia ciao.

Andrea Meriggioli
12-12-2011, 08:40
ciao luigi, ti ho scritto un mp[:-))][:-S][;-)]

bat
12-12-2011, 14:47
Qui posso essere utile io in materia vista la ventennale esperienza nella coltivazione di piante sommerse in acquario:

bat
12-12-2011, 15:02
Per qualsiasi approfondimento chiedete pure.
Comunque non prendete in considerazione l'aspetto alghe che in natura emersa non si pone e comunque più che la tipoligia di tubo fluorescente nel nostro caso andrebbe considerata la quantità di luce somministrata, la sua vicinanza dai nostri alberi e la durata che dovrebbe rispecchiare quanto più fedelmente quella solare. Io nelle mie vasche uso dei temporizzatori per creare l'effetto alba tramonto. Ora in acquario per una rigogliosa crescita delle piante occorrono non meno di 1 W di luce per litro d'acqua una durata mai inferiore alle 8/10 ore ed una distanza mai superiore ai 50 cm altrimenti il discorso si complica e quindi o si aumenta la quantità dei neon oppure si ricorre ad altre tipologie di illmuninazione vedi lampade HQI O HQL solo molto più costose sia di prezzo che di consumo.
Per la scelta della tipologia basta leggere le etichette stampigliate sui tubi fluorescenti.
Esempio un neon che riporta stampigliata la dicitura 36W/840 dove 36 W sta per la potenza assorbita, 8 per la tipologia costruttiva questa in particolare sta ad indicare neon ai trifosfori come invece 9 ai pentafosfori, e per finire quel 40 rappresenta la temperatura di colore ( espressa in gradi Kelvin ) che in questo caso è di 4000° mentre quella solare è di 5800°.
Spero essere stato utile.

bat
12-12-2011, 17:41
Dimenticavo ricordate che la parte blu dello spettro stimola la parte basale della pianta che tende a germogliare da sotto viceversa la parte rossa dello spettro stimola la parte apicale.

Andrea Meriggioli
12-12-2011, 21:45
Interessante bat vedo di leggermelo con calma appena ho un pò di tempo [;-)]

ziomimmo
13-12-2011, 10:06
fighissimo !!
la cosa dei pigmenti accessori è quella che in realtà mi lasciava più dubbioso sul mio ragionamento, mentre quella della luce blu che stimola la parte basale e quella rossa quella apicale non la sapevo proprio

bat
13-12-2011, 10:54
A mio sommesso avviso la soluzione migliore potrebbe essere una combinazione di un neon fitostimolante con uno così detto daylight. In questa maniera si avrebbe una gamma completa di spettro con una predominanza per quel che riguarda il neon fitostimolante delle frequenza intorno ai 400 e 650 nanometri rispettivamente le parti blu e rosse dello spettro solare.
Andrebbero posizionate il più vicino possibile alle piante tipo 20/30 cm per una durata di almeno 8/10 ore.
La parte di spettro blu è quella che più si avvicina all'ultravioletto ed è quella che ha maggiore capacità di penetrazione ecco perchè tende a far crescere di più la pianta alla base ed in larghezza.
Naturalmente il tutto andrebbe studiato bene diversificando ogni casistica e considerando che comunque si andrebbe incontro ad un maggiore costo.

ziomimmo
13-12-2011, 13:02
una cosa che non ho mai capito bene!
assorbimento vuol dire che trattiene una certa lunghezza d'onda, quindi la clorofilla è verde perchè ha poco assorbimento nella zona del verde (che viene riflesso) e quindi il nostro occhio lo percepisce come verde, le lampade blu generano luce della sola lughezza blu (circa 400 nm) tutte tranne il blu?
mi sono spiegato?

bat
13-12-2011, 13:04
Perdona ma non ho capito [:-U]

ziomimmo
13-12-2011, 13:09
lo sapevo!!
riformulo: se un neon mi da una luce blu è perche produce solo luce blu (cioè un numero ristretto di lunghezze d'onda) o perche produce tutte le lunghezze d'onda ma queste vengono assorbite tranne il blu?

ho provato a fare lo spettro di assorbimento del nylon blu e ha due picchi di assorbimento nel rosso (650 e 720 nm) il che vuol dire che il rosso viene assorbito dalla busta il resto viene lasciato passare ...giusto?

bat
13-12-2011, 13:13
Le lampade blu generano luce blu (tipo le attiniche) perchè lo spettro è tutto sbilanciato intorno alla frequenza di 400 nm vale a dire sempre più verso frequenze ultraviolette. Guarda ad esmpio lo spettro della Coralstar.
Dovrebbe essere come dici per quel che riguarda la prova naylon.

ziomimmo
13-12-2011, 13:16
ok ma secondo te se io imbusto in busta blu mando dentro la busta quindi alle piante solo la luce blu ottenendo un effetto simile a quello delle lampade blu o è solo una mia pippa mentale?

bat
13-12-2011, 13:18
Se su guardi i neon fitostimolanti tipo Gro Lux Sylvania - Fluora della Osram le vedrai rosa ad occhio nudo ma se ne analizzi lo spettro vedrai anche altre frequenze verde e giallo inclusi.
Ho capito dove vuoi arrivare ma credo che l'imbustamento oltre che per un discorso di umidità lo si fa anche per un discorso di buoi oppure sbaglio?

ziomimmo
13-12-2011, 13:32
per l'umidità certamente il buio per far produrre le nuove gemme, poi infatti passi al trasparente (nelle conifere da subito perchè non si può defogliare!) (spero di aver azzeccato almento questa parte! in caso contrario bacchettate sulle nocche!) per cui mi chiedevo se modificare la qualità della luce non potesse avere effetti sulla crescita

bat
13-12-2011, 14:06
Perchè non provi ? Tanto comunque non puoi fare danno. Sempre comunque dopo il periodo di attecchimento altrimento credo che la pianta nel ricevere luce è stimolata a metabolizzare facendo uno sforzo che potrebbe esserle fatale non avendo ancora la capacità di poter sfruttare la luce.

Andrea Meriggioli
15-12-2011, 21:34
Hmmm... per me da mettersi ad usare tutti questi neon non è possibile, piuttosto da valutare se l'uso di buste trasparenti di colore blu possa servire

ziomimmo
16-12-2011, 09:43
appena ho un attimo di tempo faccio gli spettri di assorbimento di buste di vari colori, ti dico già che la busta blu assorbe (quindi non rende disponibilli per la fotosintesi) le lunghezze d'onda del rosso per cui non credo sia l'ideale, una curiosità la busta nera è trasparente agli infrarossi ...non so alle piante quanto gliene possa fregare visto che le foglie riflettono questa lunghezza d'onda ma magari i vari microrganismi sono sensibili
...a brevissimo le news

ziomimmo
19-12-2011, 16:30
ecco qui vi posto gli spettri di assorbimento31188 a l'elaborazione in %di trasmittanza 31189della luce bianca filtrata da busta trasparente rosa e blu (lunghezza d'onda sull'asse orizzontale e valora su quello verticale) i colori delle tracce corrispondono ai colori della busta mentre nero è busta trasparente e rosso senza busta per riferimento ci metto anche l'immagine di cosa corrisponde all varie lunghezze d'onda31190

Colore Lunghezza d'onda
Violetto 380–450 nm
Blu 450–495 nm
Verde 495–570 nm
Giallo 570–590 nm
Arancione 590–620 nm
Rosso 620–780 nm

delonix regia
08-02-2012, 12:38
anche se qualcuno avrà gia' fatto questo domanda..e che non riesco a trovarla... dopo quanto consigliate di togliere le piante attecchite in pura perlite?
grazie

Andrea Meriggioli
08-02-2012, 13:02
aspè delonix, intendi il rinvaso con il cambio del substrato tu vero non lo sbustamento?

gionny33
08-02-2012, 13:42
a<allora marco,se metti una pianta in un luogo buio come la cantina,a questo punto non serve la busta nera,ma basta una trasparente,tanto c'è buio,non è che la pianta sà che la metti in cantina o dentro un arma***[:-))],mettere la busta solo intorno al vaso non serve a nulla,non dobbiamo tenere idratato il vaso che la maggior parte delle volte è pure di plastica,ma la pianta.se la temperatura è alta si avrà una più veloce gemazione che non si può scindere dal processo di radicazione,unsando questo metodo riusciamo a indurre la pianta a mettersi in moto,ma non possiamo controllare il processo,la pianta non hà vari interrutori che possiamo accendere o spegnere a piacimento.se tu raccogli una pianta in inverno e non vuoi che parta subito,allora basterà che imbusti il tutto con trasparente per tenere solamente la pianta idratata,e metti la pianta fuori al freddo,in questo modo la pianta resta in stasi ma protetta e quando ariva la primavera con l'aumento delle temperature ripartirà da sola.[;-)]


volevo chiedere se quando la imbustiamo in trasparente in autunno (pianta defogliata) e mettiamo fuori per aspettare la ripresa in primavera ,si devono fare dei buchetti nel sacchetto per far passare l'aria o è sufficente aprire il sacchetto una volta al mese.
grazie

delonix regia
08-02-2012, 17:16
aspè delonix, intendi il rinvaso con il cambio del substrato tu vero non lo sbustamento?

si proprio questo[:-P]

Andrea Meriggioli
08-02-2012, 21:52
volevo chiedere se quando la imbustiamo in trasparente in autunno (pianta defogliata) e mettiamo fuori per aspettare la ripresa in primavera ,si devono fare dei buchetti nel sacchetto per far passare l'aria o è sufficente aprire il sacchetto una volta al mese.
grazie

in questo caso devi imbustare con il nero e non trasparente. chiusura ermetica sino alla ripartenza in primavera.

si proprio questo[:-P]

il discorso è troppo complesso e differente da specie in specie, in primis prima di tutto se si tratta di una latifoglia o conifera (alcune vanno rinvasate dopo un anno, altre dopo due o tre anche) ecc

delonix regia
11-02-2012, 11:30
quindi in linea di massima possiamo dire che... dopo aver raccolto..imbustato... e avvenuto attecchimento.. la pianta dovra' fare almeno 1 anno in quel substrato , tempo che si allunga di specie in specie e sempre cmq dopo un attenta valutazione.
ad esempio per un olmo campestre o un acerello forse potrebbe anche bastare 1 anno ma sempre dopo un attenta valutazione.

Andrea Meriggioli
11-02-2012, 13:09
bravo esatto.
Se si tratta invece di un araki di conifera come ginepro o pino allora possono passare anche 2-3 anni prima di tale intervento.
Ovviamente anche il successivo substrato che si va a usare cambia dall'essenza in questione.

locutus
12-02-2012, 11:54
Perdonate la mia ignoranza!!!!! Domanda logistica, ma dove trovo buste trasparenti abbastanza grandi? Grazie

maxbel
12-02-2012, 12:18
Locutus sacchi della spazzatura

locutus
12-02-2012, 12:32
Locutus sacchi della spazzatura


Neri li ho trovati, ma trasparenti no. Esistono? Grazie

maxbel
12-02-2012, 12:36
Certo che esistono magari non traparenti al 100% ma per quello che devi fare vanno bene
ciao

locutus
12-02-2012, 12:42
Certo che esistono magari non traparenti al 100% ma per quello che devi fare vanno bene
ciao

Ok, grazie.

delonix regia
12-02-2012, 13:52
QUELLI DELLA LAVANDERIA POTREBBERO ANDARE... FRUGA NEGLI ARMADI MAGARI ESCE QUALCOSA.

locutus
12-02-2012, 18:35
QUELLI DELLA LAVANDERIA POTREBBERO ANDARE... FRUGA NEGLI ARMADI MAGARI ESCE QUALCOSA.

Faccio un giro a razziare negli armadi dei parenti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Roboante
15-02-2012, 08:43
Sacchi della spazzatura, per la raccolta differenziata. Trasparenti e ottimi. 10 sacchi da 110 litri, 2 euro.

Danielsan
07-03-2012, 18:52
Domanda per i veterani!! [:-))] Io ho diverse raccolte insaccate in sacchi neri che hanno gemme belle allongate da 0,5cm che si stanno aprendo e tac.. mi diventano nere e si seccano. Il sacco non tocca il tronco perchè ho fatto un telaio per pianta che lo tiene staccato proprio per evitare funghi tranne quando c'è vento che purtroppo anche il telaio serve a poco, l'umidità interna non è alta anzi e in piu sono all'ombra per evitare che l'eccesso di caldo faccia scherzi. Ma cosa sbaglio porcaccia la paletta? che già l'anno scorso cosi mi son giocato un malebo bellino!!

SpadoJr
07-03-2012, 18:58
Sicuro non sia il terreno inzuppato e quind un problema alle radici?

Danielsan
07-03-2012, 19:12
Lo escluderei perchè sono in pura perlite. Se mai io credo sia il vento che appiccica il telo ai tronchi e causa funghi..non ho risolto il problema nemmeno con i telai..

Danielsan
07-03-2012, 19:20
Dimenticavo..uso i soliti prodotti radimix e bioxim.

SpadoJr
07-03-2012, 19:28
A me é capitato che la perlite comunque ad umidità costante elevata (in busta) si impaccasse quasi, rimanendo sempre umida.

Inoltre ti si asciuga cosí spesso da poter fare trattamenti con bioxim e Radimix?

Per vedere se é il vendo gira la pianta in modo che nel caso in cui il vento spiri la plastica non arrivi al germoglio ma batta dall'altra parte del tronco...

Danielsan
07-03-2012, 19:50
Sono state raccolte a dicembre e le ho bagnate con i prodotti all'invaso e una volta la scorsa settimana poi basta.
Il discorso del girarle e fattibile effettivamente.. ma mi chiedo tipo Andrea con la bora come fa?! Senza telai ne nulla!! Ci sara qualche trucco che mi sfugge?

SpadoJr
07-03-2012, 19:52
Sono state raccolte a dicembre e le ho bagnate con i prodotti all'invaso e una volta la scorsa settimana poi basta.
Il discorso del girarle e fattibile effettivamente.. ma mi chiedo tipo Andrea con la bora come fa?! Senza telai ne nulla!! Ci sara qualche trucco che mi sfugge?

Non credo le tenga all'aperto [:-()][:-()][:-()]

Danielsan
07-03-2012, 20:16
Le tiene le tiene..insaccate dentro tiene solo i pezzi importanti e le sughere..

Persello Marco
07-03-2012, 21:07
Ciao...forse sono troppo ermetiche?? Può essere ? Meglio lasciare qualche spiraglio in modo che "respiri" che si ricambi un po' l'aria..e che prenda qualche ora di sole altrimenti l'aria all'interno diventa velenosa umida e i funghi sono garantiti..

Danielsan
07-03-2012, 21:20
Mmm...i sacchi sono chiusi quasi ermetici può essere si!! Non ci avevo pensato! Arieggio un paio di volte a settimana ma può essere poco..

Persello Marco
07-03-2012, 21:34
Il primo mese va bene ermetico poi quando iniziano a muovere meglio che giri un po' l'aria e che si scaldino un po' con il sole così la terra asciuga e puoi annaffiare -ridare i prodotti e la radice lavora meglio piuttosto che restare sempre inzuppata..